L'eco di un lungo silenzio
Recensioni
XII Conc. Naz. "Città di San Leucio del Sannio" »
Neuropsichiatra A.F.... »
Brani tratti dal romanzo
Le rughe, un tempo accennate... »
Acquista il romanzo
Ordina il libro con dedica dell'autore
 
 L'asciugamano nello zaino
Recensioni
I premio Viareggio Carnevale... »
Concorso intern.di narrativa "Storie di donne"... »
Concorso di Pasqua Andrea da Pontedera... »
Roberto A.V. ... »
Brani tratti dal romanzo
Da allora sono passati sette anni... »
Tratto da "Corciano Note"
Sotto il segno dei pesci... »
Acquista il romanzo
Ordina il libro con dedica dell'autore

 
“L’asciugamano nello zaino”
 

Casale Monferrato, 9 Luglio 1995

Viola, di sicuro ti ricorderai di me. Sono Laura. Da allora sono passati sette anni, ma durante tutto questo tempo ho pensato a quello che ti ho fatto e credi, non l'ho dimenticato mai, nemmeno per un istante. Non ho ne' scuse, ne' attenuanti, se non quella di essermi innamorata di quello che era il tuo uomo. Ma non lo sapevo e quando un collega mi ha messo al corrente della tua esistenza era già troppo tardi, ci ero dentro fino al collo. Poi la mia immaturità ed il mio egoismo hanno fatto il resto. Sei l'unica persona alla quale ho fatto del male. Perdonami Perdonami di essermi innamorata di lui e perdonami se puoi anche tutto quello che di conseguenza ne è derivato. Il mio rimorso rimarrà sempre, ora lo so, ma almeno avrò tentato, credi con grande umiltà, di farmi perdonare e ti assicuro che per me chiedere scusa di cuore non è facile. Grazie per aver letto questo mio scritto

Laura

P.S.: So che è improbabile, ma se desiderassi scrivermi, anche solo per un meritatissimo insulto, l'indirizzo è sempre lo stesso. Ed anche il numero di telefono non è cambiato. Sto già aspettando!

***

Casale Monferrato, 20 Luglio 1995

Cara Viola, mi dispiace di averti causato altro dolore o forse, di aver rinnovato un dolore già esistente. Hai ragione, è stata una storia allucinante per tutti: forse anche per lui... Sono versamente contenta di capire che in te c'è dell'ottimismo. Io non lo sono mai più stata ottimista. So che dato i trascorsi non potremmo mai essere amiche e non ti scriverò nemmeno più perché se lo faccio continuerò a ricordarti troppe cose e questo non è giusto da parte mia. Sappi che ti stimo molto e non perché mi hai detto che non ho nulla per cui farmi perdonare, ma perché sei una brava persona. Ne ho incontrate poche di brave persone nella mia vita! Ti auguro tutta la felicità che ti meriti e se ti capitasse di pensare a me, ti prego, non mi compatire. Anche se la mia solitudine è immensa, non mi sento da commiserare. Me la sono voluta credi, fino in fondo! Ti abbraccio e ti ringrazio con tutto il cuore

Laura ..........

 
Menù
Home Page BiografiaPoesie in linguaPoesie in dialettoL'asciugamano nello zainoPremi e Riconoscimenti Recital TeatraleGalleryEventi Chioccy ScrivimiPrivacy
Contattami su Facebook I Chioccy su Facebook
 
Cinzia Corneli© 2006 - 2017 
|Biografia Poesie in lingua Poesie in dialetto Romanzi Premi e Riconoscimenti Recital Teatrale Gallery Eventi Chioccy Contatti Privacy