L'eco di un lungo silenzio
Recensioni
XII Conc. Naz. "Città di San Leucio del Sannio" »
Neuropsichiatra A.F.... »
Brani tratti dal romanzo
Le rughe, un tempo accennate... »
Acquista il romanzo
Ordina il libro con dedica dell'autore
 
 L'asciugamano nello zaino
Recensioni
I premio Viareggio Carnevale... »
Concorso intern.di narrativa "Storie di donne"... »
Concorso di Pasqua Andrea da Pontedera... »
Roberto A.V. ... »
Brani tratti dal romanzo
Da allora sono passati sette anni... »
Tratto da "Corciano Note"
Sotto il segno dei pesci... »
Acquista il romanzo
Ordina il libro con dedica dell'autore

 
“L’asciugamano nello zaino”
 
Cinzia Corneli ci ha presentato un invitante ed intenso romanzo d'amore, il cui primo e importante pregio è quello di indurre il lettore, una volta iniziata, a proseguire senza interruzioni nella lettura fino alla conclusione.
Nonostante l'annotazione iniziale che "il romanzo è opera di fantasia e che nomi e personaggi sono immaginari" non sappiamo fino a qual punto l'opera è autobiografica, ma una cosa è certa: in genere il contenuto e la trama rispecchiano gli ideali e i sentimenti dello scrittore e in questo caso fanno veramente onore a Cinzia. L'autrice, infatti, che lascia trasparire una prosa così delicata e al tempo stesso appassionata che fa fremere le corde dell'anima di commozione, impone alcune riflessioni che rivoluzionano le tesi scontate del sesso forte e del sesso debole e che alla fine si possono tutte sintetizzare in una breve frase: "L'orgoglio di essere donna!". E vediamo subito perché.
Gli uomini che riescono a conquistare il cuore di Viola (protagonista del romanzo) evidenziano aspetti negativi e di debolezza tali da giustificare lo slogan di cui sopra: tutti non sanno resistere alla seduzione di una seconda donna e se ne rendono schiavi; se messi alle strette, delle loro menzogne ne fanno partecipe, talvolta piangendo, la stessa Viola, alla quale chiedono di fatto comprensione per i più volgari e ingiustificati tradimenti; c'è infine chi addirittura calpesta ogni sentimento di amor proprio per richiedere denaro alla ragazza innamorata, mentre invece, senza provare rimorso, la sta tradendo. E questo sarebbe il cosiddetto sesso forte? E Viola, invece, come si comporta? Essa dimostra una forza d'animo eccezionale: deve subire eppure trova talvolta il modo di consolare il compagno indegno, che appare debole e smarrito.
Anche di fronte alle confessioni e all'evidenza, cerca di confinare le delusioni e lo strazio negli angoli del cuore per dare spazio a sentimenti di perdono, dove, seppur umiliato e soffocato, continua a prevalere l'amore. E ciò dimostra la profondità e l'intensità del sentimento provato dalla ragazza per il proprio uomo, che spesso, come si è detto, riesce anche a confortare mentre il suo "io" più intimo piange invece per la delusione patita e per il sogno infranto di chi aveva creduto veramente nell'amore.
Ed ecco allora che, sullo sfondo del romanzo, si erge come un'eroina la figura di questa ragazza, che al di là di tutte le immeritate delusioni provate continua a cercare in esclusiva l'amore di un uomo forse troppo idealizzato e che esiste solo ne suoi sogni, ma che secondo noi esalta il personaggio di Viola, tradita dagli indegni, ma fedele a sé stessa, nel suo ruolo di donna che interpreta appunto con fierezza ed orgoglio: l'orgoglio di essere donna!

(Concorso di Pasqua Andrea da Pontedera 2004)

 
Menù
Home Page BiografiaPoesie in linguaPoesie in dialettoL'asciugamano nello zainoPremi e Riconoscimenti Recital TeatraleGalleryEventi Chioccy ScrivimiPrivacy
Contattami su Facebook I Chioccy su Facebook
 
Cinzia Corneli© 2006 - 2017 
|Biografia Poesie in lingua Poesie in dialetto Romanzi Premi e Riconoscimenti Recital Teatrale Gallery Eventi Chioccy Contatti Privacy